Profilo dell’autore – About me

Adriano Bernetti da Vila

Pittore in Roma – Painter in Rome

Adriano ha esposto in numerose mostre e gallerie nazionali e internazionali. Tra le principali:

  • 64° Art Festival Roma
  • Galleria Arte Sempione Roma
  • Medina Art Gallery Roma
  • Atelier Natalia Gromicho Lisbona
  • Gallery Sapere Aude Copenaghen
  • Premio Art-é 2018

All’inizio è solo una tela bianca. L’idea, l’emozione, poi colori impastati sulla tavolozza, un colpo di pennello dietro l’altro, luci, ombre, e l’opera prende la “sua” vita. Mentre dipingo, ogni sguardo, ogni sensazione, ogni esperienza è lì sulla tela, in una nuova, trasformata dimensione, ma soprattutto… negli occhi di chi la guarderà. – Adriano Bernetti Da Vila”

Adriano si esprime con una ricca vena artistica nutrita fin dall’infanzia ed ereditata dal padre Ugo, realizzando soggetti eterogenei. La sua solida base verista con cui si è formato è ancora è presente in molte delle sue opere. Sempre più spesso esplora nuove modalità di espressione informale attraverso l’uso del colore, ispirandosi alla corrente dell’espressionismo astratto, ma testimoniando in maniera del tutto originale e riconoscibile le diverse sfumature della sua sensibilità artistica e del suo carattere.

Ama essenzialmente le tecniche ad olio.

Vibrazioni di colore che possono evocare suggestioni, immagini, emozioni sia nella modalità verista che in quella più astratta. La tavolozza, per scelta, è essenziale, ma esprime una vitalità di effetti, ottenuta con sapiente uso del colore, come conquista e trasposizione dello spettacolo messo in atto dalla natura o di emozioni di luce che lo hanno colpito. Una pennellata rapida che tuttavia entra intensamente in rapporto con i soggetti, evocando una nuova, propria, unica, profondità di sensazioni.  

“Il mio modo di dipingere è quello di entrare profondamente in rapporto con il colore, ispirandomi ad un soggetto, o ad un’idea, o ad un’emozione che spero di riuscire a trasmettere. Cogliere gli istanti di luce, istanti di vita, momenti che altrimenti andrebbero persi. Sperando di suscitare nella percezione di chi osserva un sentimento, un ricordo o semplicemente una sensazione di libertà’, di scoperta delle proprie sensazioni di fronte all’opera.”


Adriano Bernetti da Vila

Adriano has taken part to serveral Italian and international exhibitions, among which:

  • 64° Rome Art Festival
  • Galleria Arte Sempione Roma
  • Medina Art Gallery Roma
  • Atelier Natalia Gromicho Lisbona
  • Gallery Sapere Aude Copenaghen
  • Premio Art-é 2018

“In the beginning it’s just blank canvas. The idea, the emotion, than a stroke of the brush behind the other, colors mixed on the palette, lights, shadows, shapes and the work takes “his” life. While I paint, every look, every feeling, every experience flows, in a new, transformed dimension, on the canvas but above all … in the eyes of those who will look at it. Adriano”

Adriano expresses himself with a rich artistic vein nurtured since childhood and inherited from his father Ugo, creating heterogeneous subjects. His solid realist foundation with which he trained is still present in many of his artworks. More and more often he explores new ways of informal expression through the use of color, drawing inspiration from the current of abstract expressionism, but testifying in a completely original and recognizable way the different shades of his artistic sensitivity and his character.

He essentially loves oil techniques.

Vibrations of color that can evoke suggestions, images, emotions both in the realist mode and in the more abstract one. The palette, by choice, is essential, but it expresses a vitality of effects, obtained with the skilful use of color, as a conquest and transposition of the spectacle put in place by nature or of the emotions of light that have struck it. A rapid brushstroke that nevertheless enters intensely into relationship with the subjects, evoking a new, its own, unique depth of sensations.

“My way of painting is to enter deeply into a relationship with color, inspired by a subject, or an idea, or an emotion that I hope to be able to convey. Grasp the moments of light, moments of life, moments that would otherwise be lost. Hoping to arouse in the perception of the observer a feeling, a memory or simply a feeling of freedom ‘, of discovering one’s own feelings in front of the work. “